Cerca
  • PMA PIACENZA

Ripresa delle attività di Fecondazione assistita

Il 18 maggio riprendo le attività secondo le normative attuali vigenti.

Possono quindi riprendere i percorsi di Fecondazione Assistita.

Ecco alcune direttive

L’accesso dei pazienti ai locali della struttura è organizzato e contingentato al fine di non creare assembramenti e di mantenere la distanza di sicurezza. All’ingresso del Centro medico si trova un rilevatore automatico che permette uno screening della temperatura dell’utente e dell’eventuale accompagnatore. Viene rilasciato un ticket con l’indicazione dei dati rilevati (temperatura….) che dovrà essere consegnato al personale della segreteria. Nel caso non vi siano alterazioni significative della temperatura provvede a munire il paziente ed eventuale assistente, se sprovvisti, di mascherina chirurgica e guanti o disinfezione mani, calzari per pazienti ed accompagnatori e lo/li indirizza presso i reparti relativi al servizio richiesto.

È obbligatorio l’uso di sovrascarpe per Utenti ed Accompagnatori da indossare durante tutto il percorso all’interno della struttura, nonché il rispetto delle norme OMS sulla detersione delle mani del personale interno ed dell’Utente, con la richiesta di detersione con soluzione idroalcolica delle mani al paziente all’ingresso e all’uscita dai locali.

È altresì obbligatorio sanificare le ruote della carrozzina e gli altri ausili (stampelle, deambulatore) di proprietà dell’Utente all’ingresso della struttura per limitare la contaminazione degli ambienti percorsi, laddove non sia possibile fornire all’ingresso modelli di proprietà della struttura previamente sanificati.

L’organizzazione degli spazi e degli appuntamenti sarà tale da ridurre o, qualora possibile, azzerare la compresenza di Utenti e, in ogni caso, tale da garantire il rispetto delle norme di distanziamento sociale tra essi (almeno un metro e mezzo); pertanto saranno individuati percorsi differenziati in entrata e in uscita e verranno presi appuntamenti opportunamente distanziati tra un Utente e l’altro, anche per permettere i processi di sanificazione ed areazione ambientale.

I pazienti sosteranno nella sala d’aspetto indicata dal personale interno, in attesa di poter accedere al servizio richiesto.

Nell’intera struttura sono presenti le seguenti aree d’attesa:

- PIANO TERRA: 3 aree dedicate nella zona ingresso/reception e 1 area dedicata nella zona adiacente alle vasche riabilitative

- PIANO -1: 1 area dedicata nella sala pre-reparto e 2 nella sala d’aspetto adiacente ai locali degli esami diagnostici

- PIANO 2: 1 area dedicata nella zona pre-reparto e 1 nella sala d’aspetto adiacente agli ambulatori


137 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti